urna

2016

 

 

La sabbia delle spiagge di Baratti, ricca di polvere ferrosa residuo delle fusioni di ferro che in periodo etrusco vennero fatte su quelle coste, viene concepita dall'artista come sedimento dell'essere umano ed adagiata sul fondo della classica "boccia" per i pesci colma d'acqua.

Un residuo immobile all'interno del nucleo di memoria che la contiene.